Corso Zanitello, 2

28922 Verbania (VB)

Telefono +39 0323 556816

Cell +39 347 299 17 89

rm@ristorantemilanolagomaggiore.it

P. IVA 01129140032 

OPERE D’ARTE E DI CUCINA

Cenni di tre secoli d’arte sulle rive del Lago Maggiore in una pregiata location di Pallanza. Nel celebre ristorante Milano, luogo d’ispirazione per scrittori e registi cinematografici e ormai parte della storia locale, una serie di nature morte ravviva il piacere di cogliere nelle delicate magie pittoriche la semplice quotidianità del vivere. L’idea è di accompagnare frutti, ortaggi, fiori,  carni, salumi, formaggi che hanno acceso il genio interpretativo e descrittivo di lontani maestri all’abilità di chi cucina prelibatezze con la medesima eleganza di chi adopera i colori d’una tavolozza.

La mostra ha per titolo “Cibart”. Tradotto: opere d’arte à la carte. E’ stata inaugurata alla fine dello scorso mese di giugno, àuspici gli sponsor Promoart e Big broker Insurance Group-Divisione Ciaccio Arte. I primi organizzano eventi culturali, i secondi garantiscono la tutela assicurativa dei tesori proposti al pubblico.

L’atmosfera di amichevole incontro creatasi nella circostanza è rimasta a far compagnia simbolica, e tuttavia benissimo percepibile, ai quadri di Agostino Verrocchi, Astolfo Petrazzi, Angelo Maria Rossi, Giacomo Francesco Cipper detto Todeschini e altri ancora. Dire che regalano ogni giorno ai visitatori-avventori profumi antichi e universali non è un eccesso fantasioso: è un riscontro realistico.

Agostino Sala, innovativo prosecutore della tradizione gastronomica e d’ospitalità del “Milano”, ha accolto con entusiasmo l’intrigante iniziativa perché sicuro che vi sia un apparentamento tra arte di qualità e raffinatezza del cibo. “L’obiettivo di entrambe -ha spiegato- è di generare emozioni”. Cioè il gusto di stupire, dal sapore originale e non dimenticabile.